LITUANIA,NIENTE BLASFEMIA. REGOLARE LA PUBBLICITA’ CHE AVEVA FATTO SCALPORE

Avevano fatto scalpore le varie denunce ricevuta dall’azienda “Sekmadienis Ltd” , a causa della pubblicità diffusa nel 2012, nella quale i modelli raffigurati erano stati truccati da Gesù e Maria. Le immagini avevano fatto rapidamente il giro del paese, essendo state diffuse sia con affissioni sia online. L’azienda aveva da subito ricevuto delle denunce da alcuni cittadini (79% della popolazione cattolica), rea di  aver pubblicato un contenuto considerato blasfemo ed offensivo.

lituania
Queste le immagini incriminate

Si era subito attivata quindi l’Agenzia di concessione della pubblicità, costringendo l’azienda ad eliminare l’immagine e ad interrompere subito la campagna pubblicitaria.

La “Sekmadienis Ltd” (n.d.r.), dopo aver tentato invano di risolvere la questione rimanendo all’interno dei propri confini nazionali, si è rivolta alla Corte Europea dei Diritti Umani  di Strasburgo.

La quarta sezione della Corte, col giudice Ganna Yudkivska, ha ritenuto che fosse giusto applicare alla pubblicità il principio della libertà di espressione ed ha quindi condannato la Lituania a rimborsare la  multa (580 euro) all’azienda.

 

 

Per leggere l’articolo in inglese si rimanda al link:

https://www.liberties.eu/en/news/lithuanian-designer-case/2141

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...